Uffizi e Maggio Fiorentino riportano la musica a Palazzo Pitti

Progettazione comune di eventi culturali per i prossimi tre anni. Schimidt: "Restituiamo alla lirica il palazzo dove, al tempo dei Medici, ? nato il melodramma". Bianchi: "Accordo di importanza cruciale"

Accordo tra le Gallerie degli Uffizi e la Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, un patto triennale per portare avanti attivit? integrate, eventi e valorizzazione del patrimonio culturale. Un percorso di progettazione comune che prevede - ad esempio - la programmazione estiva nel Cortile dell?Ammannati di Palazzo Pitti, la rappresentazione di opere e l?esecuzione di concerti sinfonici nel periodo estivo e la programmazione annuale di appuntamenti musicali negli spazi delle Gallerie come la Sala Bianca o l?ex-chiesa di San Pier Scheraggio, agli Uffizi.

?Un accordo tra di noi di importanza cruciale ? l'ha definito Francesco Bianchi, sovrintendente della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino ? e che d? sostanza a una collaborazione strategica tra le nostre due istituzioni; un accordo, inedito rispetto al passato, che offrir? occasioni uniche e preziose di alto profilo e valore culturale a beneficio del pubblico sia del Teatro dell?Opera che delle Gallerie?.

Soddisfatto anche il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: ?Cos? come la settimana scorsa abbiamo riportato la moda a Palazzo Pitti, dove esord? nel 1951 - ha ricordato - adesso proseguiamo nel recupero della storia restituendo alla lirica proprio il palazzo dove, al tempo dei Medici, ? nato il melodramma. Sia con la moda, sia con la musica, renderemo ancor pi? vivi e vivaci questi spazi museali che tutto il mondo ci invidia?.

I commenti sono chiusi