Nuove sale dedicate a Caravaggio ed al’600

Agli Uffizi vengono inaugurate ancora nuove sale. Questa volta ben 8 dedicate a Caravaggio e ad altri maestri del Seicento. Le sale si trovano al primo piano dell'ala di Levante degli Uffizi. Un nuovo allestimento ed un nuovo nome per ognuna di esse, per altro molto suggestivi: "Tra realtà e magia", "Caravaggio e Artemisia", "Caravaggio: La Medusa", "Caravaggio: Il Bacco", "Lume di notte", "Rembrandt e Rubens", "Galileo e i Medici", "Epica Fiorentina".

Caravaggio è assoluto protagonista come è giusto che sia dato che è stato il fulcro della pittura di quel secolo. Passionalità forti, simbolismi e novità spesso estreme hanno caratterizzato quel tempo. L'obiettivo del direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, è stato quello di creare un percorso museale che offra che tiene conto delle differenti esigenze dei visitatori e del bisogno di approfondimento di una consistente parte di loro.

Tra le 50 opere più rappresentative di Caravaggio esposte nelle sale sono presenti La Medusa, Il Bacco e Il Sacrificio di Isacco. Presenti anche le opere di Annibale Carracci, Guido Reni, Gherardo Delle Notti, Rembrandt, Rubens e Van Dyck.

All'inaugurazione Schmidt ha dichiarato: “Il nuovo allestimento si basa su un approccio tematico e artistico che ispira e stimola la curiosità del visitatore, trasportato così nell’atmosfera del tempo e nella storia delle collezioni medicee. L’intenzione è di creare un’esperienza intellettuale sia per i non specialisti, che per gli esperti della materia. Grazie all’accostamento di pittura fiorentina e del resto d’Italia, con dipinti d’oltralpe, si recupera lo spirito internazionale del gusto dell’epoca, aperto a suggestioni provenienti da ogni paese”.

I commenti sono chiusi